Malvasia

Malvasia: la famiglia

malvasia bianca di candia aromatica, una qualità di uva presente nei colli piacentiniCon il termine Malvasia si indica una famiglia di molti vitigni (varietà), geograficamente distribuiti in tutta Italia, che condividono con il gruppo alcune caratteristiche di base: l’uva presenta, con diversi gradi di intensità, una fragranza di albicocca e muschio con residui zuccherini ben marcati. Queste caratteristiche rendono i vitigni della famiglia delle Malvasie indicati alla produzione di passiti e spumanti.

Esistono ben 17 varietà diverse di Malvasia.

La Malvasia coltivata nei vigneti dei colli piacentini è il vitigno denominato Malvasia Bianca di Candia Aromatica.

La Malvasia Bianca di Candia Aromatica

Le origini

valtidone-malvasia-biancaLa Malvasia bianca di Candia aromatica prende il suo nome da Monemvasia, una cittadina greca dell’isola di Candia (Creta). La data di arrivo del vitigno nei colli piacentini non è chiara, ma la malvasia viene citata tra le varietà locali già negli annali dell’agricoltura del Regno d’Italia di Filippo Re del 1813. La Malvasia prenderà piede nel corso degli anni, raggiungendo a metà degli anni ’60 una copertura di circa il 40% degli ettari delle coltivazioni di uve bianche della provincia di Piacenza, divenendo quindi l’uva bianca più coltivata. Viene attualmente prodotta nella zona collinare dei comuni di Nibbiano, Pianello Val Tidone, Ziano Piacentino e Castel S. Giovanni.

  • Le caratteristiche organolettiche

    La Malvasia bianca di Candia è un vitigno a frutto bianco, con un leggero aroma del moscato dà origine a un vino frizzante secco, morbido e fresco al palato, di buona struttura generale.

    • colore: paglierino o paglierino scarico.
    • odore: aroma caratteristico anche intenso.
    • sapore: secco o abboccato o amabile o dolce, armonico, fresco, tranquillo, vivace.

Gradazione alcolica: da 10 a 13°

Abbinamenti

In generale sono particolarmente adatti con la cucina piacentina e locale, con salumi emiliani e gnocco fritto, verdure in pastella, frittura di mare, torte salate con ricotta ed erbette, torta fritta, frittate di erbe, focaccia con i cicioli. Gratinati e sformati con base di formaggi. Formaggi saporiti e leggermente stagionati, ravioli e tortelli a base di zucca, carni bianche al curry, baccalà alla vicentina.

Per i dolci troviamo Il Malvasia “Oro tra le Vigne” che si sposa bene con le macedonia di frutta, con pasticceria da forno, panettone. Il Malvasia Passito “Il Piriolo” con piccola pasticceria, strudel di mele, pecorino stagionato con miele d’arancio, fegato grasso, Parmigiano Reggiano di collina 22 mesi .

I vini Malvasia della cantina Lusenti

In Vini Bianchi

Malvasia “Emiliana”

In Vini Bianchi

Malvasia “Amanda”

In Vini Bianchi

Malvasia “Bianca Regina”

Oro tra le vigne, malvasia
In Vini Dolci

Malvasia “Oro tra le Vigne”

In Vini Dolci

Malvasia Passito “Il Piriolo”

Approfondimenti